PRRS: la malattia

La Sindrome Riproduttiva e Respiratoria dei Suini (PRRS) è una malattia virale che colpisce scrofe e suini, determinando insufficienza riproduttiva (aborti, debolezza e natimortalità dei suinetti, infertilità) e provocando polmonite e aumento della mortalità negli animali in accrescimento. Si tratta di un problema globale, che colpisce l’industria suinicola in tutto il mondo e ha un’estrema rilevanza economica: soltanto negli USA, il costo totale per l’industria è stato stimato in $ 664 milioni all’anno.

Il virus

Nel mese di Febbraio 1991 presso l’Istituto Veterinario Centrale dei Paesi Bassi fu isolato l’agente causale della sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini (PRRS).

Più informazioni

Sintomi

La manifestazione clinica e i segni clinici della PRRS variano notevolmente da un allevamento all’altro. L’infezione da PRRSV mostra due diverse categorie di segni clinici: riproduttivo e respiratorio.

Più informazioni

Prevalenza e ceppi

Nella maggior parte dei Paesi, la PRRS non è una malattia soggetta a denuncia e non sono in vigore programmi di controllo. Pertanto, non sono disponibili stime precise della prevalenza dell’infezione in Paesi o regioni specifiche.

Più informazioni

Immunità contro PRRSV

Nel caso di infezioni virali acute, l’agente patogeno viene solitamente eliminato dall’organismo a opera del sistema immunitario entro 1-2 settimane dall’inoculazione.

Più informazioni

Trasmissione

La trasmissione avviene più comunemente mediante contatto diretto fra suini oppure mediante esposizione a fluidi corporei contaminati (seme, sangue e secreti) o tramite aghi, tute da lavoro e stivali contaminati.

Più informazioni

Costo della PRRS

Dopo la sua scoperta, il virus della sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini (PRRSV) si è diffuso in tutto il mondo e attualmente la malattia è considerata endemica nella maggior parte dei Paesi produttori suinicoli. Sono state effettuate varie stime del costo ...

Più informazioni

Diagnostico

È stato effettuato un investimento significativo per stabilire strategie efficaci di prevenzione, controllo ed eliminazione della PRRS. Una parte fondamentale di tali strategie ha riguardato lo sviluppo e l’implementazione di procedure diagnostiche attendibili, accurate ...

Più informazioni

Verso la fine degli anni ’80, in Nord America fu descritta per la prima volta una misteriosa malattia dei suini che provocava insufficienza riproduttiva e malattia respiratoria. Qualche anno dopo, in Europa Occidentale fu osservata una sindrome accompagnata da segni clinici simili. Durante l’inverno 1990-91, la malattia fece la sua comparsa in Germania e nei Paesi Bassi e, da allora, si è diffusa in tutto il resto dell’Europa Occidentale.  Oggi, il PRRSV è endemico in tutti i Paesi produttori di suini e i due genotipi sono distribuiti tutto il mondo.

Prima che si scoprisse l’agente eziologico che provoca la malattia, alla sindrome furono dati vari nomi, come per esempio disease 89, pig plague 89, Swine Reproductive and Respiratory Syndrome (SRRS), Swine Infertility and Respiratory Syndrome (SIRS), Porcine Epidemic Abortion and Respiratory Syndrome (PEARS), Blue ear disease, Porcine Reproductive and Respiratory Syndrome (PRRS - Sindrome Riproduttiva e Respiratoria del Suino) (Goyal, 1993). Tuttavia, durante il Primo Convegno Internazionale sulla SIRS/PRRS tenutosi a St. Paul, Minnesota, USA, nel 1992, si decise di attribuire alla sindrome il nome di Sindrome Riproduttiva e Respiratoria del Suino (PRRS) e al relativo virus il nome di Virus della Sindrome Riproduttiva e Respiratoria del Suino (PRRSV).